Ai docenti: Criteri per la valorizzazione del merito

Pubblicato da il 16 Giu 2017

  1. 945 del 16/6/2017

i Docenti

 

 

Oggetto : Criteri per la valorizzazione del merito

Si ricorda ai docenti che l’attribuzione del Bonus avverrà sulla base dei criteri elaborati dal Comitato di Valutazione in data 18/4/2016 non essendo intervenute modifiche.

 

 

“Ambiti” della Legge 107 Abilità/

Competenze in

Descrittori
 1° Ambito

Qualità dell’insegnamento e contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica, nonché del successo formativo e scolastico degli studenti

Cura nel lavoro ·         Progettazione delle attività didattiche coerente con le indicazioni dei dipartimenti (percorso formativo; didattica per competenze)

·         Utilizzo documentato di innovazioni  metodologiche praticate (didattica laboratoriale, classe virtuale, cooperative learning, classe capovolta , CLIL ecc…)

Apporto al miglioramento dell’istituzione scolastica ·         Partecipazione attiva ad azioni di sistema decise dalla scuola (alternanza, progetti europei, progetti interculturali, concorsi…)

·         Partecipazione attiva ai dipartimenti e all’elaborazione del PTOF

·         Uso  documentato della didattica digitale  nell’insegnamento intesa come modalità di realizzazione    di apprendimento collaborativo

 

Miglioramento del successo formativo

·         Costruzione/utilizzazione di ambienti di apprendimento innovativi e di strumenti  contro la dispersione scolastica, per l’inclusione, per la costruzione di curricoli personalizzati

·         Coinvolgimento degli studenti nella riflessione sul proprio rendimento , attraverso l’uso di strumenti diversificati nella valutazione (assegnazione di compiti secondo i livelli di competenza degli studenti, prove per classi parallele, impostazione di una didattica meta cognitiva, autovalutazione)

·         Condivisione con gli alunni degli obiettivi al fine di renderli co- costruttori del proprio percorso di apprendimento

2° Ambito

Risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica, nonché della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche

Cura della didattica: programmazione delle attività e valutazione degli studenti

 

·         Uso di strumenti  condivisi per la valutazione dello  sviluppo di competenze (rubriche di valutazione, prove autentiche…)

·          Esiti degli studenti .Esiti delle prove INVALSI (per le classi coinvolte) .Esiti degli studenti negli anni successivi

·         Organizzazione di attività laboratoriali, di attività interdisciplinari, di aree di progetto…

·         Uso di flessibilità nell’orario delle lezioni (classi aperte, laboratori formativi ecc.)

Collaborazione alla ricerca didattica,  alla  documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche ·         Condivisione di idee innovative anche frutto di percorsi individuali di formazione

·         Elaborazione di proposte per la costruzione di curricoli verticali

·         Condivisione  di metodologie e strategie didattiche innovative

·         Utilizzo delle tecnologie per costruire reti e scambi con altri colleghi anche nell’ottica della formazione continua

 

3° Ambito

 

Responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale

Organizzazione della didattica ·         Azioni innovative introdotte nell’assunzione di compiti e di responsabilità nel coordinamento e nella progettazione del lavoro dei dipartimenti.

·         Azioni innovative correlate alla progettazione di  azioni finalizzate al raggiungimento degli obiettivi definiti nel PDM

·         Azioni innovative correlate al placement degli allievi

Organizzazione della scuola ·         Assunzione di compiti e di responsabilità nel coordinamento: di attività della scuola; di supporto organizzativo al dirigente; di attività anche in orario extracurricolare;  di attività in periodi di chiusura delle lezioni

·         Azioni innovative nella gestione dei rapporti con il territorio (istituti scolastici, enti, imprese, ordini professionali, università ecc..)

·         Coordinamento e gestione delle reti

Organizzazione della formazione ·         Assunzione di compiti e di responsabilità nella organizzazione della  formazione del personale della scuola e della rete di scuole

·         Elaborazione di modalità innovative nella formazione del personale

 

La   Dirigente   Scolastico

Prof.ssa Rosanna   Genni

(Firma autografa sostituita a mezzo stampa

ai sensi dell’art. 3, comma 2, D.lvo 39/93)

468 ad